Mascherine in tessuto

Le mascherine in tessuto sono molto utilizzate dalla popolazione in quanto risulta più comoda e piacevole da utilizzare in confronto ad altre tipologie, si tratta di gusti ed esigenze individuali. Si tratta di mascherine che possono essere di forme differenti: come quelle chirurgiche con pieghe orizzontali che si allargano per coprire in modo confortevole naso, bocca e mento in modo da mantenere la posizione e impedire alle goccioline di entrare; oppure con cucitura verticale frontale che segue la forma del volto e permette di avere una buona aderenza e stabilità.

Mascherine in tessuto approvate dall’OMS

Le mascherine in tessuto sono state riconosciute dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come dispositivo di protezione a uso popolare. Questo perché gli studi eseguiti su di esse sono stati positivi in quanto riescono a bloccare l’effetto droplet in uscita e in entrata, anche se in modo limitato, a patto che si seguano con attenzione le indicazioni fornite dall’OMS stesso.

Tale dispositivo è stato accettato soprattutto in vista delle difficoltà a reperire le normali mascherine chirurgiche o quelle di tipo FFP2 durante la prima ondata. Per tale motivo le persone, gli artigiani e i produttori di questi dispositivi di sicurezza antivirus si sono messi all’opera creando mascherine in tessuto con più strati tra cui uno in TNT, tessuto non tessuto, che ha funzione di filtro. Certo che le mascherine handmade non possono essere realizzate con tutti i criteri che devono seguire per poter essere davvero filtranti, traspiranti e protettive. Ora però, si possono trovare in commercio mascherine in tessuto realizzate secondo le normative UE e quindi conformi a essere indossate in qualità di prodotti realmente utili a limitare il contagio e la diffusione del Coronavirus.

Mascherine di comunità

L’uso di mascherine non mediche che vengono create con materiali quali la stoffa e il tessuto non tessuto, deve essere visto solamente come un limite di diffusione droplet da parte della sorgente, ovvero un soggetto risultato infetto. Questo significa che anche gli asintomatici possono utilizzare questo tipo di mascherina per evitare di contagiare altre persone senza saperlo. Ad esempio sono ideali per fare la spesa, per salire sui mezzi pubblici, per andare nei diversi uffici o in posta ed effettuare tutte quelle commissioni e attività che prevedono la presenza di persone non di famiglia.

Caratteristiche delle mascherine in tessuto

Per essere considerate dispositivi di sicurezza adeguate, le mascherine realizzate in tessuto o TNT devono avere particolari caratteristiche di traspiranti per consentire la normale respirazione, filtranti per evitare il passaggio del droplet, comfort e strati di materiali adeguati a garantire la protezione antivirus. Vediamo nel dettaglio come è composta una mascherina di questo genere.

Materiali delle mascherine in tessuto

Quando si decide di acquistare una mascherina in tessuto si deve fare attenzione ai materiali utilizzati per la realizzazione di tale dispositivo. Questi sono molto importanti per la loro funzione di barriera che impedisce la diffusione del Covid-19 sia in uscita che in entrata. Inoltre deve avere una trama tale da consentire una corretta respirazione all’utente oltre a fungere da filtro. Per verificare queste condizioni si devono valutare inoltre il diametro delle fibre e quello del filo o il processo di lavorazione del TNT in caso sia stato utilizzato per la produzione della mascherina tra cui spundbond, fusione soffiata, carica elettrostatica. Il potere filtrante di questo genere di tessuto e delle maschere realizzate in stoffa può variare dallo 0,7% al 60%.

Mascherine in tessuto non tessuto

Le ricerche e i test effettuati sulle mascherine realizzate con il TNT spundbond, ovvero lo stesso che viene impiegato nella realizzazione delle maschere chirurgiche monouso per la parte esterna, hanno rivelato che hanno un ottimo potere filtrante e traspirante. Le mascherine realizzate in cotone, hanno un grande potere traspirante quindi facilitano la respirazione, ma non presentano una minore protezione filtrante. I tessuti elastici, inoltre non resistono alle alte temperature e non sono degradabili.
Risulta quindi migliore l’utilizzo del tessuto non tessuto oppure in abbinamento con la stoffa in modo da usufruire della freschezza del cotone e il filtraggio del TNT inserito all’interno in diversi strati. Online si possono acquistare le mascherine in tessuto già pronte e a norma secondo le indicazioni dell’OMS.

Forma della mascherina in tessuto

La conformazione della mascherina realizzata in tessuto o TNT può essere differente, ci sono maschere che riprendono il modello di quelle chirurgiche quindi una fascia orizzontale con pieghe per allargarsi ed elastici laterali. In alternativa si possono acquistare le mascherine non mediche che formano una sorta di becco, entrambe sono state create per aderire bene al viso. Ognuno può scegliere il modello che predilige e con il quale si trova meglio una volta indossato, questo è molto importante sopratutto per coloro che devono tenerla per molte ore di seguito. Entrambe si sostengono in posizione grazie agli elastici laterali o ai lacci da annodare. L’importante è che le mascherine in tessuto restino stabili e ferme coprendo naso, bocca e mento.

Visita ora il sito e scegli le mascherine in tessuto che ti piacciono di più, in 24/48 ore saranno consegnate presso il tuo domicilio.

Visualizzazione di 1-18 di 36 risultati